Iniziative

                              

Il Parco svolge molte attività sia sul territorio che a livello nazionale ed internazionale per far conoscere e promuovere l’area protetta. In questa sezione sono disponibili le ultime notizie, le segnalazioni degli eventi e delle attività, le pubblicazioni ed i progetti in corso.

Pulite e riqualificate alcune zone del centro storico di Serra San Bruno

                      


Parco Naturale Regionale delle Serre

Comunicato Stampa

Pulite e riqualificate alcune zone del centro storico di Serra San Bruno

 

Il Parco Naturale Regionale delle Serre ha dato avvio, nei giorni scorsi, ad interventi di riqualificazione e pulizia straordinaria in alcuni tratti del centro storico di Serra San Bruno, straordinaria cittadina, nota per la sua millenaria Certosa fondata da Bruno di Colonia, e per le bellezze delle sue chiese barocche. In particolare, gli operatori di ”Conservazione e manutenzione” del progetto “Natura e turismo”, nato dalla collaborazione con l’Azienda Calabria Lavoro, sono stati impegnati nella pulizia straordinaria e riqualificazione dell’area di verde pubblico, che si trova alle spalle dell’Ufficio postale, di cui l’incuria si era impadronita da decenni, mortificando la parte centrate della cittadina nel cui grembo, ogni giovedì, si svolge il mercato settimanale. La zona è stata resa pulita e presentabile sotto ogni profilo, sia dal punto di vista dell’igiene pubblica che da quello dell’immagine. Durante le operazioni di pulizia, a causa delle difficoltà causate dall’impossibilità dell’accesso di un mezzo pesante nell’area oggetto dell’intervento, i detriti e quanto vi era stato accumulato nel corso dei tanti anni d’incuria e disinteresse, sono stati temporaneamente raccolti su una porzione di suolo pubblico per essere successivamente rimossi dagli operai dei Comune di Serra San Bruno - che si occuperanno, inoltre, dello spostamento di alcuni detriti, del lavaggio e della disinfezione del tratto interessato - che hanno operato in sinergia con quelli del Parco delle Serre. L’operazione dall’Ente Parco è una grande sfida di civiltà che si deve vincere con il contributo di tutti, eliminando i disagi causati dall’abbandono di carte, immondizia e quant’altro possa nuocere alle bellezze architettoniche del centro storico serrese, per restituirlo al decoro e all’immagine che merita.

 

Avviati al tirocinio 50 disoccupati percettori di indennità di mobilità in deroga

   


Parco Naturale Regionale delle Serre

Avviati al tirocinio 50 disoccupati percettori di indennità di mobilità in deroga

 Il Parco Naturale Regionale delle Serre ha dato avvio, nei giorni scorsi, al progetto riguardante i “soggetti disoccupati percettori di ammortizzatori sociali in deroga in condizioni di svantaggio e di marginalità sociale anche per attività socialmente utile e di pubblica utilità”. In esecuzione della Delibera del Commissario Straordinario n. 28 del 12/09/2014 ed in relazione al D.D.G. 13264 del 10.11.2014 della Regione Calabria, Dipartimento n. 10, Lavoro, Politiche della  Famiglia, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato, con la quale è stato approvato l'elenco delle istanze ammissibili e non ammissibili, secondo i criteri previsti nell'Avviso Pubblico di cui al D.D.G. n. 10585 del 04/09/2014 - il Parco Naturale Regionale delle Serre ha proceduto al reclutamento e all’avvio al tirocinio di n. 50 unità lavorative nelle condizioni di “disoccupati percettori di ammortizzatori sociali in deroga” da utilizzare nel percorso formativo/lavorativo in attività socialmente utili e pubblica utilità. Il progetto è finalizzato al sostegno delle attività istituzionali e più precisamente: pulizia e manutenzione edifici, strade, parchi e giardini presso tutti i comuni facenti parte del territorio dell’Area Protetta. L'attività di pubblica utilità avrà la durata di sei mesi, dall’inizio dell’attività lavorativa, con un impegno di venti ore settimanali con possibile proroga nei termini e nei modi previsti dalle normative vigenti in materia. Al lavoratore sarà corrisposta, dall’Ente promotore del tirocinio, un’indennità mensile lorda di € 400,00 dietro accertamento della partecipazione  effettiva al progetto. Con l’avvio di questo progetto, il Parco Naturale Regionale delle Serre, da un lato fornisce a ben 50 disoccupati una integrazione reddituale con contestuale formazione, e dall’altra arricchisce e migliora i servizi offerti al territorio, quali decoro e cura del verde, e ogni tipo di servizio offerto a cittadini e turisti in vista della prossima e stagione estiva.


Resi fruibili nuovi percorsi naturalistici e le zone di alto interesse storico-ambientale

Regolarizzazione e decespugliamento del piano viabile, eliminazione dei materiali che possono intralciare il passaggio dei visitatori, realizzazione di canalette per lo sgrondo delle acque, manutenzione di muretti a secco e costruzione di gradinate in legno e pietra, sono soltanto alcuni degli interventi di conservazione e recupero portati a termine dal personale del Parco Naturale Regionale delle Serre nell’ambito di un progetto di cura e miglioramento dei sentieri e percorsi naturalistici. La gestione dell’Ente, inoltre, ha messo in campo una vasta serie di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria del territorio e delle strutture, per garantire una buona fruibilità del Parco da parte dei numerosi visitatori. Tutto ciò è stato reso possibile grazie anche al lavoro del personale del profilo “Conservazione e manutenzione” del progetto “Natura e turismo” nato dalla collaborazione con l’Azienda Calabria Lavoro, che ha affiancato gli operai del Parco nell’opera di recupero.

I lavoratori si sono occupati della cura del vivaio regionale “Rosarella” e delle strade adiacenti alla Certosa, millenario monastero voluto da Bruno di Colonia, fondatore dell’Ordine dei certosini, e del ripristino del regolare deflusso delle acque presso il Santuario mariano di Santa Maria del Bosco, luogo ameno nel quale si trova il laghetto nelle cui acque gelide, il Santo era solito inginocchiarsi per pregare in penitenza nella costante ricerca dell’incontro con l’Unico. Gli interventi hanno riguardato il taglio della vegetazione lungo l’alveo attivo e sulle sponde dei corsi d’acqua in zone ritenute esondabili, eliminando arbusti morti, piegati, malformati ed in condizioni di scarsa stabilità che impedivano il normale deflusso delle acque.

La manutenzione ordinaria e straordinaria del territorio consiste anche nelle opere di mantenimento e cura della viabilità forestale e della rete sentieristica, con particolare attenzione alla realizzazione di nuovi percorsi naturalistici ed aree verdi, alla posa della nuova segnaletica lungo i sentieri e interventi di ripristino ambientale. Nei prossimi giorni, inoltre, il Parco delle Serre, metterà in campo delle azioni mirate dirette al miglioramento della fruizione dei sentieri, a cominciare da quello “Frassati”, grazie alla predisposizione di un piano ripristino e la messa in sicurezza di alcuni tratti del percorso attraverso la posa di staccionate in legno.

Rinvenuto abete bianco monumentale di particolare interesse naturalistico

 

Il personale di vigilanza del Parco Naturale Regionale delle Serre, che esplica le proprie funzioni nell’ambito del progetto “Natura e turismo” nato dalla collaborazione con l’Azienda regionale Calabria Lavoro, nel corso di una perlustrazione in prossimità della riserva biogenetica naturale “Cropani-Micone” nel tratto di territorio ricompreso tra i comuni di Arena, Mongiana e Serra San Bruno, ha rinvenuto un abete bianco monumentale di particolare interesse naturalistico. La straordinaria pianta, che avrebbe più di 200 anni di età, è caratterizzata da più tronchi che partono da quello principale, ed è alta circa 35 mt, per un diametro di 2 ed una circonferenza di 6.

L’abete, in virtù della somiglianza con gli alberi della fantasia che hanno ispirato non pochi poeti e romanzieri e in considerazione del fatto che il suo ritrovamento è stato effettuato nei giorni della scomparsa del compianto cantautore di origini meridionali, Giuseppe Mango, è stato battezzato “L’albero delle fate”, proprio in omaggio ad uno degli album più popolari del noto artista scomparso prematuramente. Nei prossimi mesi, il Parco Naturale Regionale delle Serre allestirà un sentiero tematico per rendere fruibile la visita al maestoso abete che non mancherà di stupire, con la sua imponente bellezza, naturalisti e visitatori di ogni età.

L’albero, un esemplare di raro incanto il cui tronco è quasi completamente ricoperto da edera, si abbraccia alla bellezza paesaggistica dell’intero Parco delle Serre che risiede anche nell’eccezionale presenza di nobili abeti secolari e di altre formazioni vegetali monumentali che sono testimoni dell’unione e dell’equilibrio del lavoro umano con la natura. Gli alberi monumentali custodiscono un patto antico, un’alleanza tra uomo e natura capace di produrre buoni frutti e di tracciare armonie ancora viventi. Come diceva Khalil Gibran: “Se un albero scrivesse l’autobiografia, non sarebbe diversa dalla storia di un popolo”.

Pagina 4 di 7

Amministrazione Trasparente
Vai all'inizio della pagina