Prodotti tipici

 

Il patrimonio enogastronomico è da considerarsi come parte integrante della cultura del territorio del Parco e presenta, grazie alla sua ricchezza e alla sua particolarità, un ulteriore motivo di attrazione.

La purezza della natura, abbinata alla sapiente tradizione culinaria, rafforza l’unicità dei sapori, divenuti motivo di accurata ricerca di quanti amano l’espressività originaria dei cibi.

Sono quarantatre, secondo gli accurati studi condotti dall’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica (AIAB) della Calabria, i prodotti tipici tradizionali ai quali andrebbe rivolta un’azione di recupero e valorizzazione. Protagonisti di questo settore sono soprattutto i vini DOC di Bivongi, le melanzane di Stilo, la soppressata DOP di Simbario, i funghi ed il peperoncino di Serra San Bruno, le castagne di Fabrizia, Mongiana e Nardodipace, i fichi essiccati di Acquaro.

Le prelibatezze locali prendono inoltre le forme di prodotti da forno: ‘Nzudhi, "Pitta china" di Serra San Bruno e la Pizzata (pane lavorato con farina di mais) di Fabrizia, torroni e torroncini della zona dell’Alto Mesima, prodotti della norcineria, pepe neroerbe di montagnamiele, olio d’oliva ed alimenti sott’olio.

Esistono poi piatti di origine greca come il sugo con la carne di capra ed è ricorrente la produzione di pasta artiginale di grano duro e la degustazione di carne di cinghialecaprettotordo e lepre.

Amministrazione Trasparente
Vai all'inizio della pagina